Progetto Scuola Amica

PROGETTO SCUOLA AMICA MIUR-UNICEF A.S. 2017/2018

 

PROGETTO SCUOLA AMICA MIUR-UNICEF A.S. 2017/2018

Allegati:
SCUOLA AMICA 2017-2018.pdf  

 

EDUCAZIONE CIVICA

Il 29 aprile 2019 è stata introdotto, con il T.U. 682, l’insegnamento dell’educazione civica nella scuola secondaria di primo grado. Alla classe docente il provvedimento può non sembrare foriero di grosse novità, essenzialmente perché, in un modo o nell’altro, l’educazione civica è sempre stata oggetto di studio: prima come disciplina con questo stesso nome, e poi come percorso di cittadinanza e Costituzione, appannaggio del docente di storia. Tuttavia il reinserimento dell’educazione civica, rispetto alle precedenti esperienze, si differenzia per una certa diversità dei temi, definendo ambiti e obiettivi precisi, e per averne destinato l’insegnamento non al docente di storia, ma all’intero corpo docenti, ciascuno nel campo della propria disciplina. In particolare l’art. 2 recita: “Le istituzioni scolastiche prevedono nel curricolo di istituto l’insegnamento trasversale dell’educazione civica, specificandone anche, per ciascun anno di corso, l’orario, che non può essere inferiore a 33 ore annue, da svolgersi nell’ambito del monte orario obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti. Per raggiungere il predetto orario gli istituti scolastici possono avvalersi della quota di autonomia utile per modificare il curricolo.” Tuttavia: “Per ciascuna classe è individuato, tra i docenti a cui è affidato l’insegnamento dell’educazione civica, un docente con compiti di coordinamento”. L’art.3 definisce le linee guida dell’insegnamento della disciplina, con particolare riferimento a:

a) Costituzione, istituzioni dello Stato italiano, dell’Unione europea e degli organismi internazionali; storia della bandiera e dell’inno nazionale; 

b) Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015;

c) educazione alla cittadinanza digitale, secondo le disposizioni dell’articolo 5;

  d) elementi fondamentali di diritto, con particolare riguardo al diritto del lavoro; 

e) educazione ambientale, sviluppo ecosostenibile e tutela del patrimonio ambientale, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari; 

f) educazione alla legalità e al contrasto delle mafie; 

g) educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni;

  h) formazione di base in materia di protezione civile.

Per venire incontro agli insegnanti che, già nell’anno scolastico 2019/2020, si accingono all’insegnamento della disciplina, in questa guida abbiamo proposto dei siti, utili sia al docente sia alla classe che, partendo dai temi indicati nelle linee guida, individuano possibili percorsi da svolgersi con la classe, sia con quanto contenuto nei libri in adozione sia con quanto reperibile in rete. La disciplina, infatti, per sua natura, è particolarmente adatta ad essere affrontata con pratiche didattiche di cooperative learning, quali il role playing o il debate. Inoltre molti degli argomenti trattati sono ottimi spunti per l’ideazione di compiti di realtà.

Riservato ai docenti: le proposte didattiche UNICEF 2020-2021

https://www.unicef.it//gpl/26/ags/2/t/unicefitalia-documenti-indice/indice.htm  (Leaflet proposta educativa 2020)

Qua troverete proposte educative (dallo sviluppo sostenibile ai diritti per bambini ) con relativi kit didattici per studenti dai 4 ai 19 anni

 

https://paroleostili.it/scuola/ percorsi di educazione civica per scuola secondaria di primo e secondo grado

 

https://www.cittadinanzaecostituzione.it/site/it/home-page/  concorsi per l’a.s. 2020/21 a sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” e promossi dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Senato della Repubblica e la Camera dei deputati